Vizi della cosa venduta. La Cassazione invoca l’autoresposabilità del compratore.

Recentissimo arresto di legittimità (Cassazione civile, ordinanza 6.02.2020 n. 2756) torna, seppur brevemente, sulla garanzia per i vizi della cosa venduta, chiarendo, in particolare, in quali casi il vizio del bene venduto possa ritenersi facilmente riconoscibile (ipotesi che, ricordiamo, esclude l’operatività della garanzia ai sensi dell’art. 1491 cod. civ.). Secondo la Corte il fondamento della [...]