slidersocio2
slidersocio1
slidersocio4

“Difesa miglior ch’usbergo e scudo…”

Il socio fondatore dello studio è l’Avv. Prof. Torquato Tasso, laureato con lode in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Padova nel 1991, iscritto all’Ordine degli avvocati di Venezia dal 1994, Membro del Collegio Arbitrale di Disciplina della Regione Veneto nel 1998, componente effettivo della Commissione per la revisione della Raccolta provinciale degli Usi della C.C.I.A.A. di Venezia nel 2005.

Ha insegnato, dal 1999 al 2010, Diritto del Lavoro e dal 2001 al 2010 Istituzioni di Diritto pubblico presso l’Università degli Studi di Trieste, nonché, nell’anno accademico 2004/05, anche Diritto dell’Unione Europea. Dal 2007 è Professore aggregato all’Università di Padova, Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto.

Relatore ufficiale in diversi Convegni di studio, tra le sue pubblicazioni ricordiamo le monografie “Il silenzio della Pubblica Amministrazione. Il paradosso del silenzio come forma di comunicazione tra privato e pubblico”, ESI, Napoli, 2004; “Il diritto soggettivo. Analisi del concetto nella filosofia giuridica del Novecento”, Cedam, Padova, 2012; “Oltre il diritto. Alla ricerca della giuridicità del fatto”, Cedam, Padova, 2012

Ha inoltre curato le opere : “Itinerari Contemporanei del diritto soggettivo“, Cedam, Padova, 2011; “Fatto e diritto, l’ordinamento tra realtà e norma“, Atti del Convegno di Treviso del 15.4.2011 in occasione della Lectio Magistralis del Prof. Pietro Perlingieri; “Dittatura del relativismo” e “Tirannia dei valori“, Napoli, 2011.

Si ricorda inoltre “Maghi e Avvocati” traduzione italiana di “Wizards and lawyers” capitolo V° di J.N. Frank, “Courts on trial“, “Myth and Reality in American Justice” in “Itinerari Contemporanei del diritto soggettivo“, Cedam, Padova, 2011.

TITOLI E INCARICHI

INCARICHI E DOCENZE UNIVERSITARIE

RELAZIONI E INTERVENTI

PUBBLICAZIONI

Pubblicazioni

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nuove leggi e sulle più recenti sentenze dei vari giudici italiani.